L'amore come l'amicizia non si chiedono come l'acqua, ma si offrono come il Tè. (Detto Zen)

Il Tè è la seconda bevanda più bevuta al mondo. In nome suo sono scoppiate guerre, sul suo commercio hanno prosperato uomini e imperi. Ha ispirato letterati, poeti, filosofi e pittori.

Il Tè proviene dalla lavorazione della Camellia Sinensis, pianta sempreverde che cresce in climi tropicali e subtropicali. Se ne distinguono due varietà principali, la Sinensis e la Assamica. Le piante di Tè danno raccolti apprezzabili dai 3-5 anni di età e vengono ripetutamente potate per contenere l'altezza e creare così la cosidetta "tavola di raccolta". Le differenze tra i vari tipi di Tè sono dovute al clima, all'altitudine, alla varietà impiegata, al periodo di raccolta ed alla lavorazione.

Qui trovate dal Tè bianco al Tè verde passando per il Tè giallo per arrivare al Tè nero attraverso il Tè blu.

Il Matcha, usato da secoli in Giappone per la "cerimonia del Tè".

I Fiori di Tè così magici nel loro aprirsi, quando vengono immersi nell'acqua e così generosi nel donarci un Tè verde così delicato e floreale nel gusto.

Amatevi e cocolatevi iniziando da dentro.

Buon Tè a tutti :)

Tè Bianco

Tè Bianco

Il Tè bianco è un Tè non ossidato, ricchissimo di polifenoli, raccolto rigorosamente a mano, la sua asciugatura deve avvenire naturalmente in luoghi ombreggiati e ventilati. La produzione è delicatissima e limitata, viene prodotto in Cina e si ottiene utilizzando solo i germogli della pianta (Yin Zen) ancora prima che si schiudano, per questo ricoperti da una soffice lanuggine bianca. Germogli più foglie (Pai Mu Tan).

Tè Giallo

Tè Giallo

Il Tè giallo è una specialità della Cina dal 15esimo secolo ed è molto raro, per ottenere 1kg di prodotto vengono usate 40.000 gemme. Il suo nome deriva dal colore dell'infuso che produce. Il colore delle foglie si forma grazie ad un particolare processo di cottura a fiamma viva.

Tè verde

Tè verde

Le foglie di Tè appena raccolte, vengono lasciate ad avvizzire, in modo da far loro perdere parte del contenuto d'acqua. Vengono poi sottoposte ad un processo di stabilizzazione al calore col fuoco, cuocendole brevemente in grosse padelle oppure con il vapore (metodo usato per lo più in Giappone). Questo processo serve a impedire l'ossidazione e far mantenere alle foglie il colore, il profumo e la composizione chimica. Successivamente le foglie vengono lavorate nelle varie fogge (arrotolatura e forma) e infine essicate completamente in speciali forni ventilati.

Tè Blu - Oolong

Tè Blu - Oolong

La sua lavorazione lo pone a metà strada tra il Tè verde e il Tè nero: dopo l'iniziale fase di appassimento, all'aria aperta, si esegue un processo di rollatura parziale con la rottura dei soli margini foliari a cui segue una ossidazione più breve rispetto al Tè nero che comporta poche modifiche dei componenti chimici. Lessicazione finale stabilizza il prodotto.

Tè Nero

Tè Nero

Il Tè nero è un Tè ossidato che in Cina viene chiamato Tè rosso per il suo particolare colore in tazza. Le foglie, dopo la raccolta, devono essere lavorate in breve tempo (alcune ore), altrimenti perderebbero molte delle loro proprietà.